GIPsI

Gruppo Italiano Pseudo-ostruzione Intestinale ONLUS

blog

Acquisto CISAPRIDE e respinta richiesta ONLUS.


Bologna, 13-05-2013

Carissimi,

Scriviamo questa breve nota in attesa della prossima pubblicazione della nostra rivista, realizzata e distribuita come sapete grazie all'a.iuto di due Soci GIPsI, Renata Motto e Guido, Mancra, per due comunicazioni urgenti:

l) Nonostante i nostri sforzi e quelli e di gentili Notai e Commercialisti che ci stanno aiutando, l'Agenzia delle Entrate ha respinto la nostra richiesta di trasformare il GlPsl in ONLUS pertanto anche per ques'anno non sarà possibile devolvere il 5 per mille al GlPsI.

2) Grazie all'interessamento di una Socia GIPsI, la Sig.ra Leda Papa, che ringraziamo a nome di tutti, è stato possibile acquistare un limitato contenuto di cisapride. ll farmaco è quindi a disposizione dei pazienti che ne faranno richiesta. La prescrizione e la distribuzione del farmaco verrà effettuata da noi se saranno rispettati i
criteri di prescrivibilità e se verrà fornito il consenso informato (vedi allegati).
Il farmaco è in scatole da 10 compresse di 5 mg, il costo di ciascuna scatola e di 3,2 euro e a tale prezzo verrà distribuito. L'importo relativo al farmaco e le spese postali dovrà essere accreditato sul conto corrente del GIPsI con la causale "terapia per pseudo-ostruzione intestinale cronica".
Gli estremi per il pagamento sono: GIPsI, c/c CARISBO n. 10283; IBAN: IT73 W063 8502 5610 7400 0102 83 B

Ricordiamo che è attivo il sito web del GlPsl costituito grazie all'interessamento di due Soci GIPsI, Nensi Bonomi e Walter Bacchetti ed alla generosa attività della Società; il sito si chiama www.gipsiricerca.org e consente una comunicazione diretta con noi attraverso la seguente e-mail: formulario-richieste@gipsiricerca.org

Restiamo a disposizione per qualsiasi necessità ed inviamo affettuosi saluti a voi e ai vostri cari.


L'erogazione della cisapride e stata sospesa a causa di gravi effetti collaterali di tipo cardiaco ed è necessario che siano escluse tutte quelle condizioni che potrebbero esporre a rischi importanti chi assume il farmaco.
Per prescrivere tale farmaco è necessario che vengano soddisfatti i seguenti criteri:
l. ll paziente deve aver già assunto in passato il farmaco con efficacia clinica e in assenza di signi?cativi effetti indesiderati
2. Le condizioni cliniche del paziente devono essere severe malgrado l'uso dei farmaci procinetici presenti sul mercato.
3. Il paziente non deve presentare condizioni che controindichino l'assunzione del farmaco.
Ricordiamo in particolare che il farmaco è controindicato nelle seguenti circostanze: l) uso concomitante di farmaci potenti inibitori del citocromo P4503 o di farmaci che possono provocare torsione di punta o allungamento del QT (vedi sotto); 2) ipopotassiemia, ipocalcemia o ipomagnesiemia; 3) bradicardia o altri disturbi del ritmo clinicamente rilevanti (vedi sotto); 4) insufficienza cardiaca scompensata; 3) sindrome congenita nota dell'allungamento del QT o familiarità pe1 tale sindrome.

Vi invitiamo pertanto di effettuare:
l. Esami ematochimici con dosaggio degli elettroliti sierici (sodio, potassio, calcio, magnesio)
2. ECG per escludere l'eventuale presenza di allungamento del QT e segni di disionia.


Vi invitiamo inoltre a porre la massima attenzione neIl'escludere:

1. l'uso concomitante dei farmaci la cui associazione con cisapride è controindicata (n.b. l'elenco completo di tutti i farmaci anche i più rari che possano essere collegati a QT lungo sono disponbili i rete: http://www.qtdrugs.org
a. Antifungini azoici per uso orale o parenterale: ketoconazolo, itraconazolo, mìconazolo, fluconazolo.
b. Antibiotici macrolidi per uso orale o parenterale: in particolare azitromicina, erotromicina, claritromicia, trolenadomicina
c. Inibitori delle proteasi HIV: ritonavir, indinavir in particolare
d. Nefazadone
e. Farmaci noti per prolungare il tratto QT e/o indurre torsioni di punta: antiaritmici di classe la (chinidina, idrochinidina, disopiramide, procainamide) e di classe lll (amiodarone e sotalolo): bepridil; alofantrina; alcuni antibiotici chinolonici (sparfloxacina, grepafloxacina, gratifloxacina, moxifloxacina); antidepressivi triciclici e tetraciclici (amitriptilina e maprotilina); vincamina; neurolettici (fenotiazine, pimozide, sertindolo, aloperidolo, droperidolo, sultopride); ziprasidone; difemanile; alcuni antistaminici (astemizolo, terfenadina)
f. Sostanze tossiche: cocaina, composti organofosforici


2. la presenza di concomitanti condizioni patologiche nelle quali la cisapride è controindicata:
g. Squilibri idroelettrolitici: ipopotassiemia, ipomagnesemia, ipocalcemia.
h. Forme severe di bradicardia: sick sinus syndrome (patologie del nodo del seno), blocchi AV di grado elevato; ipotiroidismo non adeguatamente corretto farmacologicamente; ipotermia/assideramcnto.
i. Altre cause: ischemia miocardica, neuropatia autonomia, ictus, emorragie cerebrali, HIV, body building ed altre attività fisiche estreme.


Per l'erogazione del farmaco a chi è già in lista abbiamo necessità di prendere visione degli esami su indicati e di ottenere risposta alle domande in allegato.

Files da aprire o scaricare
> Comunicazione originale GIPsI
> Consenso Cisapride
> Prescrivibilità Cisapride - Parte 1
> Prescrivibilità Cisapride - Parte 3
> Prescrivibilità Cisapride - Parte 2